Chef

Executive chef

Mirko Quarto

Mirko Quarto è il talentuoso Chef gravinese firma di ogni piatto proposto nel menù del Ristorante Quid. La sua passione per la cucina e la ricerca costante di una visione personale dei piatti tradizionali, reinterpretati con un tocco “stellato” e contemporaneo, sono ciò che rende unica la sua cucina. Le sue esperienze lavorative in diverse strutture ricettive locali gli hanno permesso di affiancare chef rinomati della zona e di apprendere le varie tecniche culinarie con grande dedizione. La sua continua sete di conoscenza lo ha spinto a cercare altre tecniche e segreti di cucina in diverse regioni italiane. Un momento di particolare impatto sulla sua carriera è stata la maturità acquisita durante la sua esperienza in Trentino Alto Adige, dove ha avuto l’opportunità di collaborare con lo chef Pierluca Ardito, attuale coach della Nazione Italiana Cuochi. Queste preziose esperienze hanno contribuito a forgiare il suo stile culinario e a trovare l’equilibrio perfetto tra tecnica, antichi saperi e sapori. Le sue creazioni sono un’esplosione di sfumature, intuizioni e creatività, un connubio tra la tradizione culinaria e l’innovazione contemporanea.

Home
Chef

Riconoscimenti

FORMATO NELLE CUCINE DI Heinz Beck
COLLABORATORE DI FELIX LO BASSO
COLLABORATORE DI VITANTONIO LOMBARDO
COLLABORATORE DI Giovanni Solofra
Chef
chef

Federico Giulianelli

Federico Giulianelli è l’altra anima di Quid, giovane chef con un percorso formativo longevo e internazionale. Originario di Pesaro, ha mosso i primi passi nelle cucine di Tenerife, affinando le sue abilità in Spagna ed esplorando le diverse tradizioni gastronomiche europee nella Repubblica Ceca e in Inghilterra. Il suo viaggio culinario lo ha condotto a Londra, dove ha lavorato nelle cucine dei pentastellati Savoy Hotel e Royal Lancaster, tra gli hotel più rinomati del Regno Unito e globalmente riconosciuti. In queste realtà ha appreso e praticato le più alte tecniche culinarie, incontrando esperienze provenienti da varie parti del mondo e sperimentando metodi diversi. Il rientro in Italia ha segnato un’altra tappa fondamentale del suo percorso professionale: l’incontro a Polignano con lo chef Mirko Quarto e l’avvio di una fruttuosa collaborazione che lo ha visto affiancare per molti anni lo chef come sous chef, fino alla decisione di intraprendere questa nuova avventura nella ristorazione locale. La sua è una cucina che racconta storie di gusto e tradizioni, provenienti da diverse parti del mondo, i suoi piatti ci consegnano l’esperienza unica di una formazione internazionale. Uno stile eclettico e creativo che attinge al patrimonio gastronomico di diversi Paesi e li rielabora in un nuovo lessico del gusto.